Settembre, un mese dedicato al cuore. E tu, quanto ne sai??

Settembre, un mese dedicato al cuore. E tu, quanto ne sai??

Eccoci al primo appuntamento della rubrica di Cardiologia!! Quale inizio migliore se non quello di parlare dell’importanza della Giornata Mondiale della Fibrillazione Atriale! Per scoprirne di più non mi resta che augurarvi buona lettura!
Continua, dunque, il percorso di WWE relativo alla sensibilizzazione su tematiche importanti. In particolar modo, quest post è dedicato alla Giornata Mondiale Contro la Fibrillazione Atriale promossa da Daiichi Sankyo Italia, società farmaceutica globale, che avrà luogo il 9 settembre 2017 dalle ore 17:30 in piazza di Pietra, Piazza della Rotonda e piazza Campo dè Fiori a Roma (#Facciamocisentire).

 

 

Ma cos’è la  fibrillazione atriale e perché è così importante parlarne?

Si tratta di un’alterazione profonda del ritmo cardiaco con origine nell’atrio; colpisce maggiormente il sesso maschile e la sua incidenza aumenta con l’età. Risultano, infatti, maggiormente colpiti gli ultrasessantenni. Quando si verifica, il battito del cuore assume caratteristiche quali: intensità variabile, irregolarità, rapidità ed aumentata frequenza delle contrazioni del cuore (si possono raggiungere i 350-400 battiti per minuto, superando di gran lunga il valore soglia di normalità pari a 100). Ne risulta, pertanto, compromessa la contrattilità, cioè la capacità di contrazione, del miocardio (il muscolo del cuore). Il cuore, di conseguenza, non svolge più correttamente la sua attività di pompaggio del sangue e la gittata cardiaca, infatti, diventa irregolare, insufficiente e non soddisfa più le richieste dell’organismo. La fibrillazione atriale è spesso associata a sintomi; i più frequenti sono: palpitazioni, dispnea, debolezza o affaticabilità. In alcuni casi è asintomatica o, se sono presenti sintomi, non vengono riconosciuti dal paziente, che si limita ad adeguare il proprio stile di vita. Un esempio è la riduzione della tolleranza allo sforzo. In linea di massima, nell’uomo l’insorgenza della fibrillazione atriale non costituisce un pericolo acuto. Tuttavia, è necessario tener conto che si tratta di una malattia progressiva e potenzialmente pericolosa.

Le persone che soffrono di fibrillazione atriale, infatti, hanno un maggior rischio di mortalità, perché a causa della stessa subiscono con maggior frequenza un ictus cerebrale o un’insufficienza cardiaca. Eppure diagnosticarla e trattarla non è difficile, si può iniziare dalla misurazione della pressione arteriosa con strumenti appositi che contemporaneamente rilevano il ritmo cardiaco, e confermare poi eventuali anomalie con un elettrocardiogramma. Come specificato in precedenza, il fattore di rischio più importante per le aritmie è l’età, che evidentemente non si può cambiare. Invece, uno stile di vita sano può diminuire il rischio di sviluppare dei disturbi del ritmo cardiaco. Si devono evitare i fattori che possono favorire la malattia come l’alcool e il fumo (entrambi stimolanti che fanno battere più rapidamente il cuore).

La prevenzione, dunque, dovrebbe comprendere un’attività fisica regolare, che permette di evitare il sovrappeso, l’obesità e l’ipertensione.

Per sensibilizzare gli italiani ancora troppo inconsapevoli dei rischi di questa patologia, il gruppo farmaceutico Daiichi Sankyo scende nuovamente in piazza in occasione della Giornata mondiale contro la fibrillazione atriale, la giornata istituita dalla Global Atrial Fibrillation Alliance, e celebrata con numerosi eventi nelle più importanti città del mondo, il secondo sabato di settembre.

I dipendenti della casa farmaceutica, infatti, sono stati coinvolti a sorpresa in un flash mob durante il quale quattro professionalissimi steward  all’improvviso si sono spogliati delle loro divise irrompendo nei meeting aziendali e danzando al ritmo serrato dei bonghi. L’evento ha dato il via alla campagna di sensibilizzazione #FacciamociSentire, che raggiungerà il suo culmine proprio sabato 9 settembre alle ore 17.30, quando bonghi e ballerini irromperanno ancora a Roma e precisamente in Piazza di Pietra, Piazza della Rotonda e Piazza Campo dè Fiori, richiamando l’attenzione dei passanti sull’importanza della prevenzione e della diagnosi precoce della fibrillazione atriale.  Gli stessi  dipendenti, inoltre, stanno infatti contribuendo alla campagna di sensibilizzazione sui social prestando anche il proprio volto, con post e condivisioni delle foto scattate in occasione del flash mob, sui profili personali dei più importanti social network e sulla pagina facebook ufficiale “Giornata Mondiale contro la FA”.

L’iniziativa sopra descritta non è l’unica che nel mese di Settembre viene promossa in ambito cardiologico.

La Feder A.I.P.A, Federazione delle Associazioni Italiane Pazienti Anticoagulati,  invita tutti a partecipare alla III Giornata Mondiale del Cuore a Sassello, in provincia di Savona, il 9 e 10 settembre 2017. Date un’occhiata qui per scoprirne nel dettaglio le diverse attività proposte.

 

L’Associazione Italiana Pazienti Anticoagulati è nata a Padova nel 1987. Dal 1995 si è costituita la FederAipa  che riunisce tutte le associazioni di pazienti  nate successivamente sul territorio nazionale con lo scopo di uniformare i protocolli sanitari dei pazienti in terapia anticoagulante orale (TAO).  I principali obiettivi che la Federazione promuove riguardano:

 – La diffusione della conoscenza di problematiche relative ai pazienti TAO

– Il contributo ad incrementare le ricerche scientifiche sull’anticoagulazione

– Il divulgare informazioni circa l’assunzione dei farmaci

– La promozione della collaborazione tra pazienti e medici

– La collaborazione con la struttura ospedaliera per l’inoltro a domicilio dei referti di controllo con l’indicazione del dosaggio giornaliero della terapia.

 

È da segnalare, inoltre, il Congresso: “Luci in ritmologia e nell’innovazione tecnologica 2017” a cura dell’ AIAC, Associazione Italiana di Aritmologia e Cardiostimolazione.

 

    L’AIAC  si dedica alla aritmologia cardiaca e riunisce circa 1400 specialisti cardiologi o cultori della materia, attivamente impegnati nei settori della elettrofisiologia, stimolazione e defibrillazione cardiaca.

 


Il Congresso si svilupperà nelle giornate 
di giovedì 07 settembre e di venerdì 08 settembre 2017 presso la storica sede pisana de Gli Arsenali Repubblicani di Pisa. Affronterà sei aree tematiche quali:

– Morte Improvvisa E Aritmie Ventricolari

– Fibrillazione Atriale

 – Innovazioni Tecnologiche In Aritmologia

 – Cied Infections

– Innovations In Lead Management

– A Lead Is Not ForeverAmpio

Ampio spazio verrà riservato alla presentazione di Casi clinici, alla discussione con i partecipanti ed alla presentazione di nuove tecnologie in ambito aritmologico. Il programma completo è possibile scaricarlo qui.

L’evento in questione  si svolgerà in concomitanza di un progetto scientifico più ampio “1° Festival Internazionale della Robotica Pisa – Città delle Tecnologie 7 – 13 settembre 2017”, iniziativa che si rivolge a tutti; mira alla diffusione della conoscenza di questa disciplina in tutti i suoi ambiti e applicazioni. Dai robot industriali e di servizio ai robot chirurgici, dalla domotica ai laboratori per bambini e ragazzi passando per convegni sulla roboetica e sull’arte, questo Festival sarà il palcoscenico dei robot.

L’aritmologia e la fibrillazione atriale sono tematiche importanti nel mondo dell’ingegneria biomedica. Tantissimi colleghi ingegneri biomedici, infatti, viaggiano ogni giorno in tutta l’Italia supportando cardiologi, elettrofisiologi, infermieri, nell’utilizzo di tecnologie biomedicali in grado non solo di coadiuvare  il team di sala operatoria ma soprattutto di aiutare il paziente a risolvere, in moltissimi casi, la propria patologia, diminuendo o addirittura azzerando i farmaci, nonché godendo di uno stile di vita rinnovato e migliorato. Lo scopo della tecnologia deve sempre riguardare in primis il paziente; fin dalla ricerca di un prodotto alla sua prototipazione e realizzazione, infatti, bisogna tener conto di infiniti fattori che possano o meno influenzare lo stato di salute del singolo.

Parliamo di professionisti qualificati quando si coglie l’approfondimento al dettaglio ed il rispetto delle normative vigenti, parliamo cioè di ingegneri biomedici.

Vi diamo appuntamento alle prossime news e ….#facciamocisentire!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Antonella Grieco in collaborazione con Manuela Appendino

Let you know!

• https://www.facebook.com/giornatafibrillazioneatriale/

• https://www.daiichi-sankyo.it/

Le immagini sono state prese dalla pagina facebook della Giornata Mondiale della Fibrillazione Atriale,dalla pagina ufficiale dell’AIAC (http://aiac.it/) e dalla pagina Facebook ufficiale della FederAIPA (https://www.facebook.com/federaipa).

Foto conclusiva “cuore” di Antonella Grieco.

The following two tabs change content below.
Antonella Grieco

Antonella Grieco

Sono Antonella, una neolaureata in Ingegneria Biomedica che non rinuncia al sogno di poter esercitare, un giorno, questa incredibile professione. Mi sono avvicinata al mondo dell’Ingegneria Biomedica spinta da una forte curiosità e me ne sono letteralmente innamorata. Studiare ingegneria non è stato per nulla semplice ma, se tornassi indietro, lo rifarei altre mille volte. Con WWE, e gli articoli pubblicati, mi è sempre sembrato di non perdere mai quel “cordone ombelicale” che mi lega forte alla mia passione. Grazie all’entusiasmo coinvolgente di Manuela e di tutto il team di WWE, ho avuto l’opportunità di far parte di tale gruppo e sfrutterò a pieno la mia curiosità e voglia di crescere per far conoscere alla community di internet il grande potenziale della Biomedica.
1 Comment
  • Walter Junior
    Rispondi
    Posted at 11:59 pm, Settembre 10, 2017

    Congratulations for study

Post a Comment

Comment
Name
Email
Website

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.