Una storia di successo: Perspectum Diagnostic ltd (PD)

Una storia di successo: Perspectum Diagnostic ltd (PD)

Per il Sistema Sanitario Italiano, questo è un momento magico. Finalmente, c’è una rinnovata e genuina attenzione ad affrontare i problemi strutturali della sanità da parte dei gruppi che in Italia si occupano di Healthcare Technology Assessment (HTA). In questo conteso, è importante non perdere mai di vista le occasioni e le opportunità che l’innovazione tecnologia e le nuove pratiche cliniche emergenti offrono e che rischiano di essere ignorate dagli attuali meccanismi di accreditamento.

 

La storia di Perspectum Diagnostic Ltd, uno spin-out(off) dell’Università di Oxford (UK) ne è un esempio. Una storia che vale la pena di essere raccontata non a carattere commerciale, ma come stimolo per la comunità dei policy maker della sanità (medici radiologi, ingegneri clinici) e per tutti i giovani che gravitano nel mondo STEM prima e dopo la laurea (medici, ingegneri biomedici, ingegneri, fisici, matematici).

 

  • Perché questa azienda rappresenta un modello virtuoso di cui parlare?
  • Perché è importante il modello di business di PD da meritare di essere segnalato all’attenzione di coloro che sono in primo piano tutti i giorni per decidere la direzione del nostro sistema sanitario?
  • Perché questa storia è di esempio per chi sta per scegliere l’indirizzo universitario più adatto o la direzione in cui muoversi per andare sul mercato?

 

La storia di PD – Le prime evidenze scientifiche risalgono al 2007.

Medici, fisici e ingegneri dell’università di Oxford, hanno individuato una metodica non invasiva assolutamente innovativa per la diagnosi predittiva e la quantificazione dei problemi correlati alle patologie del fegato. Perspectum Diagnostics propone una tecnica chiamata LiverMultiScan (LMS) basata sull’acquisizione di immagini di RM del fegato. Un biomarker ottenuto correggendo le sequenze T1 (cT1). LiverMultiScan prende le sequenze cT1, T2* insieme alla frazione di grasso e da tutte ricava un indice di stima dell’epatopatologia cronica. In questo settore diagnostico dove sono presenti molti altri approcci qualitativi e quantitativi  (US, VCE, CAP, PSWE, SWE, MRE), PD propone soluzioni quantitative validate e certificate, centrando tre obiettivi importanti:

  1. la prevenzione attraverso indicatori prognostici validati;
  2. la classificazione (staging) di accumuli di ferro, grasso, fibrosi e infiammazione e la loro quantificazione senza ricorrere a biopsie invasive (in vivo) che richiedono lunghi tempi per le risposte, attrezzature particolari, staff dedicati, rischi per i pazienti;
  3. la riduzione sensibile dei costi di gestione per produrre dati validati su cui fare la diagnosi.

 

 

 

 

Valutazione degli utili e dei costi della risonanza magnetica – La risonanza magnetica multiparametrica identifica con accuratezza i pazienti con steatosi, startifica quelli con NASH (Steatoepatite non alcolica) o steatosi semplice ed esclude in modo affidabile la malattia epatica clinicamente significativa con valore predittivo negativo superiore alla rigidità epatica ed ELF (Fibrosi epatica avanzata). Per la stratificazione del rischio NAFLD (Malattie del fegato non alcoliche), la RM multiparametrica è risultata essere “conveniente” e se combinata con un’eventuale elastografia, risulta avere il costo più basso per diagnosi corretta.

 

 

 

 

 

Una volta verificata la possibilità di poter andare sul mercato con un prodotto certificato, i pionieri dell’Università di Oxford (Dr Rajarshi Banerjee, Founder & Chief Executive; Sir Michael Brady, Founder, Chairman & Image Analysis Team Lead; Professor Stefan Neubauer, Founder and Chief Medical Officer) nel 2012 sono stati supportati dal Oxford Centre for Innovation (OCFI); hanno acquisito un progetto di ricerca della CE sono partiti con l’attuale Perspectum Diagnostics.

 

PD ha lavorato intensivamente con le industrie farmaceutiche e i centri di ricerca per acquisire le certificazioni per il mercato degli USA con la 510(k) clearance del FDA e la marchiatura CE per il mercato europeo. L’università di Oxford ha avocato a se la Proprietà Intellettuale (IP). PD ha iniziato il suo percorso di sviluppo e di crescita.

Ad oggi questa azienda ha circa 100 installazioni nel mercato USA e circa 40 nel mercato EU.

La scelta del logo di PD rappresenta il loro programma di lavoro per il futuro: un arcobaleno di colori che richiama la peculiare capacità di distinguere numerosi tessuti diversi nella sagoma della Risonanza magnetica.

 

 

Come tanti altri spin-out si sono definiti una propria strategia per andare sul mercato (GTM Strategy).

Sul mercato globale si presentano come un’azienda certificata ISO9001 Quality Management, ISO/IEC27001 Information Security Management, ISO13485 Medical Device Quality Management.

Questo ha permesso loro di rivolgersi alle industrie farmaceutiche, ai centri di ricerca e ai clinici con le carte in regola.

Pharmaceutical Industry: Screen out unsuitable subjects using LiverMultiScan Discover. Reduce biopsy failure rate and access early efficacy signals using our biomarker, corrected T1 (cT1)

Clinicians: PD characterise patient’s liver tissue using their FDA-cleared technique and proprietary biomarker, cT1. It sees heterogeneous liver disease non-invasively, aids the clinician to take diagnostic decisions.

Imaging Centers: Access new patient referrals in liver disease and engage in pharma-sponsored research – stay ahead of the curve and grow their business with PD.

 

Working Model

Pharmaceutical Industry – Clinical Trials: LiverMultiScan measures response to treatment.

 

 

 

LiverMultiScan is suitable for monitoring effects during interventional trials.

 

I loro assi nella manica sono più di uno:

  1. LMS technology è proposta come un servizio per i centri che hanno le attrezzature più moderne o adeguabili, senza ulteriori costi aggiuntivi, offrendo un servizio che si paga in abbonamento o a consumo;
  2. costi di sistema altamente competitivi [1];
  3. un approccio non invasivo rispettoso del paziente, propedeutico a facilitare il consenso dei comitati etici
  4. ma il loro jolly, ciò che li rende unici nel panorama della sanità offerta a livello globale è la possibilità di fornire indicatori prognostici dell’evoluzione delle patologie che hanno iniziato a targettizzare: NAFLD, NASH, infiammazione sul fegato e altri distretti collegati come cistifellea, pancreas e reni.

 

 

In breve, Perspectum Diagnostics Ltd rappresenta un esempio da citare di come un’idea nata in ambiente bioingegneristico, diventi un’occasione di lavoro per tanti giovani intraprendenti [2] ma anche un’opportunità per il sistema sanitario di poter curare i malati risparmiando da una parte e facendo prevenzione dall’altra.

Questo genere di spin-out coltivano talenti e forniscono opportunità di imparare e crescere ambienti dinamici e ambiziosi. Proprio come fa PD, questi ambienti offrono agli studenti non ancora laureati l’occasione di lavorare per un anno in ambito business e/o sviluppi innovativi. Il reclutamento aperto a tutti avviene su Internet principalmente attraverso LinkedIn.

 

 

Alessandro Mazzarisi*

 

 

Disclaimer This is the author’s viewpoint, who is not an employee of PD. The article is not endorsed by Perspectum

 

[*] Alessandro Mazzarisi, temporary secondee at Perspectum Diagnostics Ltd Oxford (UK) – Marie Curie (RISE)[3]

 

References

[1] LiverMultiScan can save £150 per patient – Perspectum Diagnostics https://goo.gl/rAEyHc

[2] Careers https://goo.gl/LgRST2

[3] Marie Skłodowska-Curie staff members in Research and Innovation Staff Exchanges (RISE) https://goo.gl/JJa3xi

[4] Perspectum Diagnostics Ltd is a hepatobiliary medicine service company that provides of the liver and bile ducts https://perspectum-diagnostics.com

 

Ringraziamenti

Voglio ringraziare @Roberto Salvati and @Daniel Green per il loro tempo speso con me per la formazione durante la mia esperienza nel programma RISE [3], che ha come obiettivo la promozione e la condivisione di conoscenze e idee tra il mondo della ricerca e il mercato (e vice versa). E non è ancora finita.

 

 

Tipi di lavori che si incontrano in questo genere di startup: Human Resources, Physicist, team, Data Analyst, Image Analyst, Product Manager, Project Manager, Biomedical Engineer, Application Specialists, Clinical affairs, Quality Insurance, Regulatory Affairs, Quality and Regulatory compliance officers, Software Quality Insurance Team, Information Technology, Business developer, Finance

 

The following two tabs change content below.
Alessandro Mazzarisi
Sono un tecnico che lavora nell'ambito della Ricerca, al CNR di Pisa dal 1982. Dal 2015, probono, nel mio tempo libero faccio il divulgatore scientifico nel campo dell'ingegneria Biomedica, e come "esperto" del sistema eHealth italiano, non legato a nessuno, scrivo e racconto il nostro SSN dall'interno, le sue beghe comprese le piu gravi e le sue eccellenze. Quando posso entro in contatto con persone che sono interessanti e che condividono post e opinioni comuni. Condivido le mie storie personali quando reputo che siano di interesse comune. Senior Technician at National Research Council Institute of Clinical Physiology, Co-reviewed Articles, International Conference Papers, Full-Texts, I am a visionary technician with over thirty years of experience working with teams whose focus is on integrating technology into our healthcare systems. Passionate about innovation, as well as on improving healthcare and education, I have worked in different roles with public and private companies, government entities and universities in Europe. I have taken part in the growth of Italian biomedical engineering, ICT and EHR infrastructures. Currently, my focus is on developing effective software solutions for innovative EU-projects at the Italian National Council of Research. I have recently resolved to share my experience on Linkedin Network with weekly original articles.
Alessandro Mazzarisi

Ultimi post di Alessandro Mazzarisi (vedi tutti)

No Comments

Post a Comment

Comment
Name
Email
Website